Con l’arrivo della bella stagione la voglia di consumare pesci e crostacei aumenta quasi “fisiologicamente”: proprio per questo oggi vi sveleremo tutti i trucchi su come cucinare l’astice, uno dei crostacei più buoni e pregiati in assoluto.

Come cucinare l’astice: regole generali.

La prima e più importante regola su come cucinare l’astice è questa: l’astice deve rimanere vivo fino al momento della cottura. Il vostro pescivendolo di fiducia saprà consigliarvi nel modo giusto e vi venderà gli esemplari con le chele già legate, per evitare che possano pizzicarvi.

Ricordatevi che potrete conservare i vostri crostacei per massimo un giorno in frigorifero dentro una busta per alimenti o avvolti nella pellicola.

Se l’idea di maneggiare astici vivi non vi esalta particolarmente, potrete acquistarli surgelati, avendo l’accortezza di controllarne bene la provenienza e la data di confezionamento. Sicuramente gli astici freschi sono da preferire, ma quelli surgelati sono comunque un buon compromesso. Ricordatevi però che questi ultimi vanno sempre fatti scongelare prima di cuocerli: vi basterà metterli nel frigo la sera prima.

 Ora che le basi le abbiamo, veniamo a qualche esempio pratico su come cucinare l’astice!

Come cucinare l’astice bollito!

Uno dei modi più semplici, ed anche migliori, per cucinare l’astice, è quello di bollirlo, in quanto questo tipo di cottura permette di assaporare l’astice praticamente “al naturale”, senza coprire il sapore della sua polpa, oltre ad essere la base ideale per tutte le eventuali ricette in cui vorrete cimentarvi.

Per bollire l’astice in modo perfetto fate così:

  • Sciacquate l’astice sotto l’acqua corrente.
  • Immergetelo in un’ampia pentola piena di acqua bollente e coprite con un coperchio.

Per evitare che l’astice diventi gommoso e duro, dovete fare molta attenzione ai tempi di cottura: in linea di principio un astice da mezzo chilo deve cuocere per circa 8 minuti. Come regola generale ricordatevi che, quando la corazza diventa rossa, l’astice dovrebbe essere cotto.

Una volta che il crostaceo è pronto, toglietelo dalla pentola, lasciatelo raffreddare, e in ultimo procedete a tagliarlo in due o ad estrarne completamente la polpa, a seconda di come preferite consumarlo. Insaporito semplicemente con olio, sale e pepe sarà una vera delizia!

Come cucinare l'astice consigli

Come cucinare l’astice alla griglia!

Un’altro metodo per cucinare l’astice, che consente di mantenere il suo sapore originale pressoché inalterato, è quello di farlo alla griglia.

Per evitare che i vostri astici si secchino durante la cottura, incidetene la corazza per lungo e spennellate la polpa con un mix di:

  • Olio
  • Limone
  • Pepe
  • Sale

Questo intingolo, con cui dovrete ungere anche la griglia, contribuirà a rendere il vostro astice anche estremamente saporito.

 Una volta che avrete fatto scaldare bene la griglia a fuoco alto, vi basterà adagiarvi le code di astice già aperte, con il lato della polpa verso il fuoco. Cuocete da entrambi i lati, spennellando di tanto in tanto con il mix di olio e limone. Dopo circa 10 minuti, il vostro astice sarà pronto (ve ne accorgerete perché la polpa sarà diventata compatta).

Come cucinare l’astice al forno!

Per chiudere vi diamo qualche consiglio per una ricetta un po’ più golosa, ma comunque semplice da fare.

Vi basterà tagliare l’astice a metà, rompere le chele (ricordatevi di farlo, in quanto i succhi che usciranno da esse durante la cottura, contribuiranno a non far seccare l’astice) e poi cospargere la polpa con un pizzico di sale. Il vero rischio di questo tipo di cottura è che il crostaceo risulti secco, quindi ricordatevi di mettere un po’ d’acqua nella teglia dove lo cucinerete.

Preparate a parte un mix di:

  • Pan grattato
  • Olio extravergine
  • Aglio e prezzemolo tritati
  • Sale e pepe

 Cospargete i mezzi astici, infornate per circa 15-20 minuti a 200° ed il gioco è fatto!

Come avete visto, i consigli su come cucinare l’astice nel modo giusto non sono poi così complicati:  l’importante è fare in modo che resti morbido e succoso, e che il suo sapore originale non venga coperto, in quanto sarebbe un vero peccato!

Da Ted l’astice lo cuciniamo in tutti i modi!

come-cucinare-astice-ted

Se amate astici e crostacei non potete assolutamente esimervi dal passare in Via Terenzio, nel quartiere Prati, dove sorge il primo Lobster and Burgers di Roma.

Ci riconoscerete dal grande bancone del Cocktail bar posto al centro del nostro locale, dove un po’ di New York è stata portata a Prati. Vi chiederete cosa c’entra un Cocktail bar con gli astici: se verrete a trovarci vi accorgerete che invece è connubio perfetto perché,  chi ha voglia di sperimentare, consigliato dai nostri esperti barmen, potrà accompagnare le nostre proposte culinarie con cocktails italiani e internazionali, a volte rivisitati per renderli ancora più gustosi.

I nostri astici arrivano tutti i giorni freschi dal Canada e vengono preparati bolliti o alla griglia, entrambi accompagnati da salsa bernese, insalata e patatine.

Gli amanti delle ricette d’oltreoceano potranno invece  provare il famoso Lobster Roll, il famoso sandwich di astice che ha conquistato gli USA, e i clienti più “classici” potranno assaggiare la nostra zuppa di astice.

Date uno sguardo al nostro menu, e decidete se venire a trovarci, entrando nel nostro mondo dove astice, cocktail e design regnano incontrastati: siamo aperti dalle 12.00 alle 02.00 di notte, e siamo certi che un po’ di tempo lo troverete!

Pin It on Pinterest